"In questi giorni, al dolore per le guerre e i conflitti che non cessano di affliggere tutta l'umanità, si è aggiunto quello per le vittime dell'orribile attentato contro due moschee a Christchurch, in Nuova Zelanda". Lo ha detto papa Francesco all'Angelus.

"Prego per i morti e i feriti e i loro familiari - ha aggiunto il Pontefice -. Sono vicino ai nostri fratelli musulmani e a tutta quella comunità, e rinnovo l'invito ad unirsi con la preghiera e i gesti di pace per contrastare l'odio e la violenza".

"Preghiamo insieme, in silenzio, per i fratelli musulmani che sono stati uccisi", ha detto ancora il Papa rivolto ai fedeli riuniti in Piazza San Pietro.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.