Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERLINO - La Germania fa marcia indietro sulle previste sanzioni contro i trasferimenti di denaro da banche tedesche a istituti che si trovano nei paradisi fiscali: queste operazioni non costituiscono più un reato; secondo il ministero delle Finanze, simili luoghi non esistono più.
Le sanzioni erano state originariamente previste dal precedente governo Merkel, su indicazione dell'allora ministro delle Finanze - il socialdemocratico Peer Steinbrueck (Spd) - in caso di operazioni bancarie da parte di società e persone in Germania con paesi (come la Svizzera), che Berlino aveva criticato per la loro capacità di attrarre gli evasori fiscali.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS