Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La sezione ticinese e quella grigionese del WWF hanno chiesto oggi una maggiore tutela della natura nella zona centrale del futuro Parc Adula. Le grandi linee del progetto sono però state approvate.

Per il WWF la realizzazione della riserva è considerata una grossa possibilità per conservare e promuovere l'ambiente e il paesaggio dell'area coinvolta.

La regione dove potrebbe sorgere il futuro Parco nazionale è considerata molto idonea dal WWF, si legge in una nota odierna. D'altro canto, però, l'associazione lamenta il fatto che il "cuore" del parco possa essere utilizzato per un numero eccessivo di eccezioni, come prevede l'ordinanza federale.

Secondo il WWF, ciò nuocerebbe alla credibilità del progetto, privandolo di quel valore aggiunto che avrebbe potuto apportare all'area interessata.

Gli ambientalisti ritengono che, nel suo formato attuale, il Parc Adula non permetta alla natura incontaminata di svilupparsi al meglio. Infine, a loro avviso, è stata trascurata anche la regolamentazione sulla salvaguardia di stambecchi e grandi predatori.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS