Navigation

Parigi: Assad, risultato politiche sbagliate Francia

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 novembre 2015 - 14:27
(Keystone-ATS)

Il terrorismo, compresi gli attacchi di ieri a Parigi, è il risultato di "politiche sbagliate adottate dai Paesi occidentali, particolarmente dalla Francia".

Lo ha detto il presidente siriano Bashar al Assad, citato dall'agenzia governativa Sana, ricevendo oggi una delegazione di parlamentari francesi in visita a Damasco.

"Le politiche sbagliate degli Stati occidentali, in particolare della Francia, verso gli eventi nella regione (mediorientale) e la loro ignoranza del sostegno dato da diversi loro alleati ai terroristi sono le ragioni dietro l'espansione del terrorismo", ha affermato Assad.

Il presidente, aggiunge la Sana, ha sottolineato l'esigenza di "adottare nuove politiche e assumere iniziative attive per mettere fine al sostegno logistico e politico ai terroristi". Assad ha più volte accusato la Turchia e Paesi arabi quali l'Arabia Saudita e il Qatar di sostenere gruppi "terroristi" in Siria. Una definizione che comunque è usata dal regime di Damasco non solo per l'Isis e il Fronte al Nusra, la branca siriana di Al Qaida, ma anche per tutte le formazioni armate anti-governative.

Assad ha aggiunto che gli attacchi terroristici di Parigi non possono essere separati da quello avvenuto a Beirut giovedì e da quanto avviene in Siria dall'inizio del conflitto, nel 2011. "Il terrorismo è un solo fronte nel mondo e le organizzazioni terroristiche non riconoscono frontiere", ha affermato.

La delegazione francese, di cui fanno parte anche intellettuali e operatori dell'informazione, è guidata dal deputato Thierry Mariani.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.