Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le attiviste ucraine del gruppo Femen, diventate celebri per le loro proteste a seno nudo contro le violazioni dei diritti delle donne, hanno aperto oggi il loro primo "Centro internazionale", a Parigi.

Lo spazio, ospitato nei locali di un teatro alla Goutte d'or, quartiere popolare e multiculturale nel nord della capitale francese, servirà da centro di reclutamento e training per nuove attiviste, che saranno sottoposte ad un allenamento "fisico, intellettuale e morale" sulle modalità di protesta del gruppo e la sua filosofia, ma anche sulle tecniche più efficaci per sfuggire ai poliziotti.

In occasione dell'inaugurazione del Centro, alcune ragazze del collettivo hanno inscenato una sfilata, a metà tra happening e protesta, nelle strette vie del quartiere, sfidando il fresco già autunnale a seno nudo, con i consueti slogan scritti sulla pelle e cartelli inneggianti alla libertà femminile.

"In Francia le donne non si vergognano di dire che sono femministe, mentre nel mio Paese è tabù", ha spiegato ai presenti Inna Shevchenko, una delle esponenti più note delle Femen, rifugiatasi a Parigi qualche tempo fa dopo una rocambolesca fuga dall'Ucraina, dove temeva rappresaglie in seguito alla dimostrazione di sostegno alle Pussy Riot russe. "Per questo - ha aggiunto - apriamo qui un centro internazionale di preparazione, per le femministe che si trasformeranno in soldati".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS