Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Diverse centinaia di manifestanti hanno sfilato oggi pomeriggio a Parigi "contro la guerra, il razzismo e la xenofobia di Stato" e in sostegno alle rivoluzioni nei Paesi arabi.

Il corteo, che è partito da Place de la Republique in direzione del ministero degli Esteri verso le 15:30, è stato promosso dall'associazione Sortir du colonialisme (Uscire dal colonialismo).

Nel corteo, si sono sentiti anche alcuni slogan di protesta contro l'attuale ministro degli Esteri, Michele Alliot-Marie, che dovrebbe essere "licenziata" dal governo di Parigi entro lunedì dopo due mesi di gaffe e scandali legati alle sue controverse relazioni con l'ex presidente tunisino Ben Ali.

"Ben Ali assassino, Alliot-Marie complice", recitava uno dei cartelloni dei manifestanti, che hanno anche sventolato bandiere tunisine, palestinesi, marocchine o algerine. Intanto, anche a Marsiglia 400 persone secondo gli organizzatori, 140 per la questura, sono scese in piazza al grido di "Gheddafi vattene! Siamo tutti libici".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS