Navigation

Parigi, corteo poliziotti contro accuse

La polizia francese respinge le accuse di razzismo e violenza. Immagine d'archivio. KEYSTONE/EPA/CHRISTOPHE PETIT TESSON sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 12 giugno 2020 - 11:12
(Keystone-ATS)

"Messaggi forti in luoghi simbolici forti": questa la parola d'ordine della mobilitazione organizzata dai sindacati di polizia per denunciare le accuse di razzismo e violenza contro gli agenti.

Un corteo è in corso a Parigi all'Arco di Trionfo, manifestazioni si registrano in molte altre città.

"Abbiamo scelto l'effetto sorpresa - ha spiegato il dirigente sindacale Fabien Vanhemelryck - tutti i rappresentanti del personale, in tutte le regioni di Francia, sfileranno per ricordare a tutti che se non c'è la polizia non ci sarà mai pace. Anche i poliziotti vengono massacrati, e sono fatti ben reali, contrariamente a quello che si può dire in giro, con immagini e foto a disposizione".

I poliziotti sono schierati per dire basta al "clima che si respira di stigmatizzazione del poliziotti. Attraverso il ministero dell'Interno, anche il governo deve smetterla e scegliere da che parte stare: quello della polizia nazionale".

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.