Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'intenzione dei fratelli Abdeslam di compiere un attentato erano state segnalate alla sezione antiterrorismo della polizia federale belga (Dr3) già a luglio 2014.

Lo scrive il quotidiano belga L'Echo, specificando che l'informazione era "precisa" e che veniva da una fonte nella cerchia dei due fratelli di Molenbeek.

Secondo una fonte di polizia citata dal quotidiano, "se tutte le informazioni ricevute fossero state trattate correttamente, gli attentati di Parigi si sarebbero potuti evitare".

In realtà, sempre stando al quotidiano, la segnalazione fece scattare un indagine della polizia di Molenbeek che nel febbraio 2015 interrogò i fratelli Abdeslam concludendo che non erano radicalizzati.

In un altro articolo, L'Echo indica che è attualmente in corso un'inchiesta interna alla polizia, condotta dal cosiddetto "Comitato P", ovvero la sezione dei controlli interni che ha preso di mira proprio la sezione antiterrorismo Dr3, in cui molti investigatori vengono descritti dal quotidiano come "sull'orlo di una crisi di nervi".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS