Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Bandiere tricolori a tutte le finestre questa mattina in Francia per l'omaggio solenne ai 130 morti e ai 350 feriti degli attentati del 13 dicembre a Parigi e Saint-Denis.

Presiede la cerimonia agli Invalides il capo dello stato Francois Hollande, appena rientrato da Mosca, ultima tappa della sua maratona diplomatica per rinsaldare la coalizione anti-Isis.

Hollande - in una mattinata gelida e nebbiosa - aprirà la cerimonia alle 10:30, la Guardia repubblicana gli renderà gli onori militari e suonerà la Marsigliese. Poi, la lettura dei nomi dei 130 rimasti uccisi, uno dopo l'altro.

Nella solennità del momento, prende però forma la contestazione di alcune famiglie di vittime che hanno rifiutato l'invito a partecipare alla cerimonia, denunciando l'assenza di "decisioni forti" dello stato all'indomani del precedente attentato terroristico di quest'anno, quello del 7 gennaio contro la redazione di Charlie Hebdo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS