Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Prosegue nella sua lotta all'inquinamento la sindaca di Parigi Anne Hidalgo.

KEYSTONE/EPA EFE/ERNESTO ARIAS

(sda-ats)

Dopo le polemiche, la sindaca di Parigi, Anne Hidalgo, promette una "votazione cittadina" sul suo piano per il clima e l'idea di mettere al bando, tra l'altro, l'auto diesel nel 2024 e l'auto a benzina nel 2030.

"Questo piano clima sarà sottoposto in primavera ai consiglieri (comunali, ndr) parigini" a cui si aggiungerà "una votazione cittadina", assicura, intervistata dal Parisien.

La sindaca punta dunque ad andare fino in fondo con la sua crociata contro le automobili, ma questa volta si impegna a farlo con i cittadini.

Impegnata dall'inizio del mandato nella chiusura di strade e accessi alle auto - che restano però imbottigliate soprattutto nei quartieri est, una vera croce, specie per chi deve venire a lavorare ogni mattina dalla banlieue - la Hidalgo è sempre più nel mirino dell'opposizione in giunta e delle critiche degli osservatori.

In particolare dopo il rapporto di AirParif, l'organismo che misura l'inquinamento dell'aria, secondo il quale nella capitale - da quando la sindaca ha sbarrato le arterie lungo la Senna - non è diminuito ma si è semplicemente spostato in altri parti della città.

La sindaca - hanno reso noto i servizi dell'Hotel de Ville - vuole arrivare a una "città senza emissioni a medio e lungo termine", cioè 10 anni prima di quel 2040 stabilito dalla Francia come obiettivo per passare ad auto elettriche o ad energia pulita.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS