Navigation

Parlamenti cantonali: PLR e PPD sempre ben rappresentati, malgrado perdite

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 novembre 2011 - 16:21
(Keystone-ATS)

Nonostante le recenti perdite registrate, il Partito liberale radicale (PLR) e il Partito popolare democratico (PPD) sono sempre ben rappresentati nei parlamenti cantonali: pur disponendo di meno seggi rispetto all'Unione democratica di centro (UDC), superano il Partito socialista (PS). Dal canto loro, i partiti verde liberale (PVL) e borghese democratico (PBD) sono stati i maggiori beneficiari delle elezioni per il rinnovo dei legislativi negli ultimi quattro anni.

Dopo le elezioni svoltesi nel fine settimana a Friburgo, tutti i cantoni hanno rinnovato i loro parlamenti nel corso della legislatura federale agli sgoccioli. Stando a un calcolo dell'ats, l'UDC detiene oggi il 22,1% dei seggi in 25 dei 26 legislativi cantonali, contro il 21,12% alla fine del 2007 (manca solo Appenzello Interno dove l'appartenenza partitica non gioca alcun ruolo). I seggi totali sono 568 su un totale di 2559.

Oggi il secondo partito maggiormente rappresentato nei legislativi cantonali è quello dei liberali radicali, con 552 seggi (21,6%). La fusione fra PLR e i Liberali (PLS) nei cantoni romandi, non è fin qui risultata pagante: prima della fusione a livello nazionale del febbraio 2009, le due formazioni disponevano assieme di 608 seggi.

Tendenza al ribasso anche per il PPD, che rimane pur sempre il terzo partito: la formazione di Christophe Darbellay detiene oggi 476 mandati (18,6%) nei vari parlamenti cantonali. Nel 2007, la percentuale di seggi era ancora del 20,75%.

Dopo essere stato tra i grandi perdenti dal 2007 al 2010, il PS si è ripreso quest'anno: i sei seggi lasciati sul terreno nei cantoni di Basilea Campagna, Ticino e Zurigo, sono infatti stati controbilanciati dagli otto mandati guadagnati a Lucerna, Appenzello Esterno e Friburgo. I socialisti contano attualmente 449 seggi (17,54% contro un 19,9% nel 2007).

Con 201 seggi (7,85%), i Verdi sono rimasti sostanzialmente stabili. A fine 2007, gli ecologisti detenevano il 7,44% dei mandati nei parlamenti cantonali.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?