Navigation

Parlamento: preventivo, dissimulazione viso e disoccupati anziani

Riprendono con l'esame del Preventivo 2020 della Confederazione i lavori al Consiglio nazionale KEYSTONE/GAETAN BALLY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 12 dicembre 2019 - 08:39
(Keystone-ATS)

Riprendono con l'esame del Preventivo 2020 della Confederazione i lavori al Consiglio nazionale (08.00-13.00), dopo il rinnovo del Consiglio federale di ieri. Tra i due rami del Parlamento permangono ancora alcune divergenze minori.

Il budget elaborato dal Consiglio federale attesta entrate pari a 75,666 miliardi di franchi e uscite per 75,231 miliardi, con un'eccedenza di 435 milioni. Le Camere si sono mostrate più generose. Stando alla versione uscita dai martedì dibattiti agli Stati, le maggiori entrate si attestano a 344 milioni di franchi.

La Camera del popolo dovrà poi decidere se affiancare un controprogetto - indiretto - all'iniziativa popolare "Sì al divieto di dissimulare il proprio viso", come auspicato dagli Stati. La sua commissione preparatoria ha però bocciato l'entrata in materia ritenendo che il valore aggiunto apportato sia minimo.

Il Consiglio degli Stati (08.15-13.00) si occuperà della possibilità di attribuire ai disoccupati sopra i 60 anni, che non hanno più diritto alle indennità, una prestazione transitoria fino al pensionamento per evitare che debbano ricorrere all'assistenza. In commissione, il progetto è stato accolto per 9 voti a 3 e una astensione. Diversamente dal Consiglio federale, però, tali prestazioni dovranno essere tassate. Secondo stime governative, gli aventi diritto a una prestazione transitoria sarebbero circa 4400.

I "senatori" tratteranno poi la proposta che vuole escludere nel calcolo delle prestazioni complementari (PC) i contributi di solidarietà ricevuti dalle vittime di misure coercitive a scopo assistenziale e collocamenti. Lo scopo è evitare che a queste persone vengano decurtate le PC dopo aver ricevuto tali indennità. Le riduzioni avvenute in passato devono inoltre essere revocate e gli interessati devono venire rimborsati.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.