Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il parlamento britannico discuterà la petizione per bandire Donald Trump dal Regno Unito, firmata da 570.000 cittadini britannici, il prossimo 18 gennaio. Lo ha deciso oggi la Commissione petizioni di Westminster.

L'iniziativa è stata lanciata un mese fa ed è sostenuta da comunità islamiche e vari esponenti politici in riposta alle affermazioni del candidato alla nomination repubblicana contro la presunta islamizzazione di Londra e i musulmani in generale.

La ministra dell'Interno Theresa May, che nel recente passato ha disposto bandi nei confronti di centinaia di individui sospettati di diffondere messaggi d'odio in contrasto con la legge britannica, finora non si è espressa.

D'altronde il governo conservatore, pur avendo criticato per bocca di un portavoce del premier David Cameron le uscite del miliardario americano, non intende esporsi su una decisione così radicale. Il parlamento, a sua volta, è tenuto solo a dibattere se porre all'ordine del giorno il tema di una petizione, laddove questa superi le 100.000 firme, e - nel caso - alla fine si limiterà a esprimere un parere.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS