Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo il via libera in commissione libertà civili anche il Parlamento europeo dà semaforo verde all'implementazione della procura Ue antifrode (Eppo).

La plenaria di Strasburgo ha dato il propiro benestare con 456 voti a favore, 115 contro e 60 astensioni. Il Consiglio aveva raggiunto un accordo a giugno sulla creazione dell'ufficio, che avrà il potere di indagare e perseguire crimini contro il bilancio dell'Unione, come frodi nell'utilizzo dei fondi europei, corruzione e frodi transfrontaliere sull'Iva.

Ora il Consiglio potrà adottare formalmente il regolamento. Secondo le previsioni, serviranno almeno tre anni prima che l'ufficio possa entrare in funzione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS