Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il medico in capo sospeso Andreas Stettbacher

DDPS

(sda-ats)

Il consigliere federale Guy Parmelin ha ordinato un'inchiesta amministrativa "per accertare le accuse" mosse nei confronti del medico in capo dell'esercito, il divisionario Andreas Stettbacher.

Lo ha comunicato oggi il Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS).

Parmelin vuole che un perito esterno valuti la situazione, comprese "le circostanze della sospensione provvisoria" di Stettbacher. La direzione dell'inchiesta è stata attribuita a Cornel Borbély, un avvocato indipendente di Zurigo.

Lo scorso 9 dicembre, il DDPS aveva sollevato provvisoriamente dalle sue funzioni il medico in capo delle forze armate, in carica dal 2009, per sospetti reati patrimoniali nonché reati contro i doveri d'ufficio e i doveri professionali. Lo stesso Parmelin aveva denunciato il 54enne al Ministero pubblico della Confederazione.

Secondo fonti di stampa, che hanno parlato di "intrighi" in seno al DDPS, lo avrebbe fatto sulla base di materiale ricevuto da un altro divisionario.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS