Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il ministero della Difesa Guy Parmelin.

Keystone/PETER SCHNEIDER

(sda-ats)

Il consigliere federale Guy Parmelin sarà ascoltato nelle prossime settimane da uno speciale gruppo di lavoro in merito alla sospensione del progetto "Difesa terra-aria 2020" (DTA).

Le Commissioni della gestione del Consiglio nazionale e del Consiglio degli Stati (CdG) vogliono conoscere le ragioni alla base di questa decisione.

Le CdG hanno deciso il 9 maggio di istituire un gruppo di lavoro incaricato di effettuare un'ispezione sulla sospensione del progetto DTA, così come proposto dalla consigliera nazionale Doris Fiala (PLR/ZH). Ieri le CdG hanno definito il mandato d'inchiesta e scelto i membri del gruppo di lavoro che sarà composto dai consiglieri agli Stati Claude Janiak (PS/BL, presidente del gruppo), Alex Kuprecht (UDC/SZ) e Damian Müller (PLR/LU) e dai consiglieri nazionali Ida Glanzmann (PPD/LU), Doris Fiala (PLR/ZH) e Thomas de Courten (UDC/BL).

Il gruppo si riunirà nelle prossime settimane e sentirà il capo del Dipartimento federale della difesa. In base alle informazioni ricevute, deciderà come proseguire i lavori che dovrebbero concludersi entro la fine dell'anno. Il presidente della commissione del Nazionale, Alfred Heer (UDC/ZH), ha precisato che non si tratta di un attacco personale contro Parmelin e che sarà ascoltato anche il suo predecessore, Ueli Maurer,

Il progetto DTA prevedeva il rinnovo degli attuali sistemi di difesa contraerea dell'esercito svizzero. Lo scorso autunno la ditta Thales era stata incaricata di valutare e collaudare con armasuisse i sistemi di difesa contraerea di vari fabbricanti. L'acquisto era previsto nel programma di armamento 2017.

Guy Parmelin ha bloccato i lavori a fine marzo. Ufficialmente la Confederazione ha sospeso il programma di contraerea per avere una panoramica completa dell'intera difesa aerea. Allo stesso tempo il ministro della difesa ha però annunciato l'apertura di un'inchiesta per fare chiarezza sulle procedure. Il settore è infatti complementare agli aerei da combattimento, e la valutazione per l'eventuale acquisto di un nuovo velivolo è ancora in corso.

Nonostante questo, il gruppo di esperti ha continuato i lavori. Il motivo di questa decisione non è chiaro.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS