Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Dopo cinque trimestri di regresso, gli scambi commerciali della Svizzera sono cresciuti nei primi tre mesi del 2010. L'eccedenza della bilancia delle partite correnti è risultata di 19 miliardi di franchi, a fronte degli 8 miliardi di un anno prima.
Le esportazioni di beni e servizi, per 70 miliardi di franchi, sono cresciute di quattro miliardi rispetto ad un anno prima, mentre le importazioni, per 53 miliardi, hanno avuto un incremento di un miliardo. L'eccedenza di 17 miliardi è nettamente superiore ai 13 miliardi di un anno prima, indica oggi la Banca nazionale svizzera (BNS). Secondo quest'ultima la crescita dell'export elvetico è da imputare ai beni, mentre i servizi hanno segnato un leggero calo.
segue

SDA-ATS