Navigation

Partiti: UBS dà un milione a quelli favorevoli a concorrenza

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 aprile 2012 - 11:45
(Keystone-ATS)

UBS verserà a partire da quest'anno complessivamente un milione di franchi ai partiti politici svizzeri "che si impegnano chiaramente a favore della concorrenza e dell'economia di mercato". Per ottenere il denaro - scrive oggi la grande banca in una nota - i partiti in questione dovranno essere rappresentati alle Camere federali in modo sufficiente per costituire un gruppo parlamentare o essere presenti in almeno un esecutivo cantonale.

Interpellata dall'ats, UBS non ha voluto precisare i nomi dei partiti che conta di finanziare e di quelli che esclude. Il Partito socialista, che nel suo programma rivendica il superamento del capitalismo, non dovrebbe soddisfare i criteri della banca. Dovesse ugualmente presentare richiesta, questa sarebbe comunque esaminata, ha dichiarato il portavoce Samuel Brandner.

UBS giustifica la sua decisione spiegando che il sostegno al sistema elvetico di milizia politica "fa parte della sua responsabilità sociale in Svizzera". I soldi versati dovranno permettere ai partiti di "coprire i loro costi", si legge nella nota. Gli interessati possono presentare richiesta a partire da oggi. L'ammontare dal finanziamento per partito dipenderà dal numero di seggi in parlamento.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?