Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Partito evangelico (PEV) lascia libertà di voto in vista della consultazione sulla Legge federale sul fondo per l'acquisto dell'aereo da combattimento Gripen del prossimo 18 maggio. L'assemblea dei delegati, svoltasi oggi su un battello sul lago di Bienne (BE/NE) per celebrare i 95 anni della formazione politica, ha eletto per la prima volta una donna alla sua presidenza.

Gli oltre 100 delegati hanno scelto all'unanimità la consigliera nazionale bernese Marianne Streiff, 57 anni, che succede all'argoviese Heiner Studer.

Quanto agli altri temi in votazione in maggio, il PEV raccomanda di respingere le iniziative "Per la protezione di salari equi (Iniziativa sui salari minimi)" e "Affinché i pedofili non lavorino più con fanciulli" e di accogliere il decreto federale concernente le cure mediche di base.

SDA-ATS