Navigation

Partito Macron, pronta scissione di 50 deputati

Sarebbero pronte ad uscire da La Republique en Marche alcune decine di deputati francesi. KEYSTONE/AP/Ludovic Marin sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 09 maggio 2020 - 13:43
(Keystone-ATS)

Sarebbero pronte ad uscire da LREM (La Republique en Marche), il partito del presidente Emmanuel Macron, alcune decine di deputati, per andare a formare sui banchi dell'Assemblée Nationale un partito più orientato ai valori dell'Ecologia.

Se - come annuncia Les Echos - nascerà il nuovo gruppo parlamentare, LREM non avrà più, da sola, la maggioranza assoluta di 289 parlamentari, ma si fermerà a 286.

Del nuovo gruppo farebbero parte fuorusciti ed ex LREM ma anche deputati di varie formazioni con sensibilità per i temi ecologici. Il nome del nuovo gruppo sarebbe "Ecologie, démocratie, solidarité" e fra i fondatori ci sarebbero Matthieu Orphelin (ex-LREM vicino all'ex ministro dell'Ambiente Nicolas Hulot), Aurélien Taché (LREM) e forse Cédric Villani, il matematico che si è presentato alle elezioni a sindaco di Parigi come dissidente de La Republique en Marche e contro la candidata ufficiale, Agnès Buzyn.

Fonti vicine al presidente Macron, parlano di un "non avvenimento" ed anzi di un "utile chiarimento" interno.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.