Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Parlamento pachistano ha approvato una legge anti terrorismo che ha lo scopo di rafforzare la lotta contro i talebani, ma che ha suscitato molte perplessità da parte delle associazioni di difesa dei diritti umani.

Il provvedimento, denominato 'Protection of Pakistan Bill 2014', concede maggiori poteri alle forze di sicurezza nelle operazioni contro i sospetti militanti islamici. In particolare, permette di condurre retate senza un ordine di perquisizione della magistratura e di trattenere le persone sospette fino a 60 giorni in centri di detenzione segreti.

La nuova legge, approvata ieri, ha una validità di due anni. La sua entrata in vigore coincide con l'operazione militare in corso contro i gruppi talebani e jihadisti nel distretto tribale del Nord Waziristan avviata il 15 giugno.

Il provvedimento è stato però criticato dalle associazioni pacifiste che temono che porti ad un aumento degli abusi e delle violazioni dei diritti umani e anche dai partiti fondamentalisti islamici come Jamaat-al-Islami.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS