Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il patrimonio netto delle economie domestiche elvetiche nel 2016 ha continuato ad aumentare: per effetto in particolare delle lievi progressioni dei prezzi degli immobili, è salito a 3502 miliardi di franchi, 101 miliardi in più dell'anno precedente.

Il dato emerge dai cosiddetti conti finanziari della Svizzera, pubblicati oggi dalla Banca nazionale svizzera (BNS) in collaborazione con l'Ufficio federale di statistica (UST). Tali conti presentano gli attivi e i passivi delle società finanziarie e no, delle amministrazioni pubbliche e delle economie domestiche.

L'aumento del patrimonio delle economie domestiche - calcolato sommando attivi e passivi finanziari nonché valore dei beni immobiliari - è avvenuto a un ritmo inferiore rispetto al periodo dal 2012 al 2014, scrive l'istituto di emissione, spiegando che allora la progressione dei prezzi immobiliari era stata più sostanziosa e che gli attivi finanziari avevano generato più utili.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS