Navigation

PCS: un "sì", due "no" e un nuovo presidente

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 ottobre 2010 - 13:10
(Keystone-ATS)

ZURIGO - Riuniti stamane in assemblea, i delegati del Partito cristiano sociale (PCS) svizzero hanno eletto quale nuovo presidente il friburghese Marius Achermann. Il PCS raccomanda inoltre di votare "no" all'iniziativa popolare "per l'espulsione degli stranieri che commettono reati" e al controprogetto del Consiglio federale, e "sì" a quella denominata "per imposte eque". Su questi tre oggetti i cittadini saranno chiamati ad esprimersi il prossimo 28 novembre.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?