I delegati del Partito cristiano sociale svizzero (PCS), riuniti oggi a Friburgo, si oppongono all'unanimità alla modifica della legge sul lavoro che permetterebbe di estendere gli orari di apertura dei negozi annessi alle stazioni di servizio. In base a un comunicato, essi hanno per contro deciso di sostenere la legge sulle epidemie e, al termine di intense discussioni, l'iniziativa del Gruppo per una Svizzera senza esercito per l'abolizione del servizio militare obbligatorio. Tutti e tre i temi sono posti in votazione il 22 settembre.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.