Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In Svizzera sono quasi 210'000 le pecore che passano l'estate su un alpeggio. In media, due ovini su 100 muoiono durante l'estivazione. Le cause principali di mortalità sono le malattie e gli incidenti. Il lupo ha invece un ruolo limitato.

Sono queste le conclusioni di uno studio pubblicato oggi e realizzato in comune da Agridea, dalla Federazione svizzera degli allevatori di ovini, da Pro Natura e da WWF Svizzera.

L'inchiesta si basa sui dati relativi all'estate 2011: un anno fa le pecore sugli alpeggi erano 208'974 e gli animali morti 4221. Le cause più frequenti di decesso sono le malattie, seguite dagli incidenti causati dalla caduta di sassi o dai fulmini.

"Il lupo e gli altri grandi predatori hanno finora un ruolo limitato ad alcune regioni", scrivono i responsabili dello studio. L'anno scorso sono state complessivamente 294 le pecore sbranate dai lupi. Nel 2010 erano 80.

Altro risultato dell'indagine: le perdite possono venire ridotte aumentando i controlli. La presenza di un pastore e la rotazione dei pascoli sono i fattori che più influiscono sulla qualità dei controlli.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS