In Svizzera sono quasi 210'000 le pecore che passano l'estate su un alpeggio. In media, due ovini su 100 muoiono durante l'estivazione. Le cause principali di mortalità sono le malattie e gli incidenti. Il lupo ha invece un ruolo limitato.

Sono queste le conclusioni di uno studio pubblicato oggi e realizzato in comune da Agridea, dalla Federazione svizzera degli allevatori di ovini, da Pro Natura e da WWF Svizzera.

L'inchiesta si basa sui dati relativi all'estate 2011: un anno fa le pecore sugli alpeggi erano 208'974 e gli animali morti 4221. Le cause più frequenti di decesso sono le malattie, seguite dagli incidenti causati dalla caduta di sassi o dai fulmini.

"Il lupo e gli altri grandi predatori hanno finora un ruolo limitato ad alcune regioni", scrivono i responsabili dello studio. L'anno scorso sono state complessivamente 294 le pecore sbranate dai lupi. Nel 2010 erano 80.

Altro risultato dell'indagine: le perdite possono venire ridotte aumentando i controlli. La presenza di un pastore e la rotazione dei pascoli sono i fattori che più influiscono sulla qualità dei controlli.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.