Pedofilia: diocesi NY indaga terzo caso abusi cardinale McCarrick

Il cardinale Theodore McCarrick. KEYSTONE/AP Pool, South Bend Tribune/ROBERT FRANKLIN sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 05 gennaio 2019 - 18:03
(Keystone-ATS)

L'arcidiocesi di New York sta indagando su un terzo caso di abusi su minore di cui si sarebbe reso colpevole l'ex cardinale arcivescovo di Washington, Theodore McCarrick. Lo riporta il sito online di notizie vaticane Crux.

Le accuse a McCarrick sono emerse per la prima volta sei mesi fa quando l'arcidiocesi di New York annunciò di aver sostanziato due casi di molestie nei confronti di un ex chierichetto risalenti ai primi anni Settanta. Il Vaticano aveva sospeso il cardinale in attesa dei risultati di una inchiesta della Santa Sede.

Un mese dopo il New York Times aveva riportato le accuse di James Grein, il figlio di amici di famiglia di McCarrick, molestato per anni fino da quando, negli anni Settanta, era appena undicenne. Erano seguite accuse di molestie sessuali nei confronti di seminaristi adulti e il 28 luglio Papa Francesco aveva accettato le dimissioni del cardinale.

Il terzo caso è emerso tre mesi fa: un uomo di circa 40 anni accusa McCarrick di abusi quando era minorenne. Come per Grein, anche in questo caso l'uomo era figlio di amici del cardinale.

Lo scorso settembre le quattro diocesi in cui McCarrick ha servito - New York, Metuchen in New Jersey, Newark e Washington - hanno lanciato indagini diocesane indipendenti sul passato dell'ex cardinale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo