BERLINO - Il vicepresidente del parlamento tedesco, Wolfgang Thierse, membro del comitato centrale dei cattolici tedeschi, ha dichiarato che "la credibilità della Chiesta sta traballando in modo molto grave" per i casi di pedofilia emersi in Germania e ha chiesto al Papa "maggiore onestà".
"La costernazione dei credenti è enorme", ha affermato Thierse alla tv pubblica ZDF, dicendosi favorevole a rilanciare il dibattito sul celibato dei preti. Secondo lui, inoltre, "la Chiesa deve essere più onesta e più severa con se stessa e questo vale anche per il Papa", chiamato in causa nei giorni scorsi per aver dato ospitalità nel 1980, quando era arcivescovo di Monaco, a un prete sospettato di pedofilia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.