Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ROMA - "La Chiesa non deve negare una parte fondamentale del nostra natura di esseri umani e deve abolire il celibato. Così avrà meno figli non riconosciuti dai loro padri". È questo uno dei passaggi del messaggio consegnato oggi dal presidente boliviano Evo Morales in un incontro con Benedetto XVI, tenutosi in Vaticano.
"Il mio vuole essere un umile apporto come membro della Chiesa cattolica di base", ha precisato il leader socialista in una conferenza stampa svoltasi dopo l'incontro con il pontefice, evidenziando però che "per superare la crisi di una Chiesa ferita e nel peccato, è imprescindibile democratizzare e umanizzare la sua struttura". Secondo Morales, democratizzare la Chiesa cattolica significa permettere che ai suoi figli "siano riconosciuti gli stessi diritti religiosi e che le donne possano avere le stesse opportunità degli uomini per esercitare il sacerdozio".

SDA-ATS