Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il movimento tedesco di ultradestra Pegida diventa un fenomeno da esportazione: domani molte città europee si uniranno a Dresda, dando vita ad una serie di manifestazioni contro il presunto "pericolo dell'islamizzazione dell'Occidente".

Il motto comune: "Fortezza Europa". Tra le città in cui sono annunciate: Amsterdam, Birmingham, Bratislava, Praga, Tallin, Varsavia, Graz e Bordeaux. Sempre domani, nei dintorni di Praga, si riuniranno rappresentanti di movimenti civici e partiti anti-immigrati provenienti da Germania, Repubblica Ceca, Slovacchia, Polonia, Austria, Italia, Bulgaria, Finlandia, Olanda, Estonia per redigere una cosiddetta "dichiarazione di Praga", contro "l'Ue e i circoli elitari" e a favore della "Fortezza Europa".

Obiettivo delle iniziative incrociate è di creare una rete di "patrioti europei" che coordini l'azione di gruppi e partiti nazionalisti, populisti e anti-immigrati e moltiplichi in giro per l'Europa il modello Dresda.

Il capoluogo sassone, dove tutto ebbe inizio nel 2014, resta l'epicentro del movimento in Germania, che usualmente manifesta il lunedì. I numeri annunciati per domani nella cittadina hanno fatto scattare l'allarme tra le forze dell'ordine: 15'000 manifestanti di Pegida, 10'000 contro-manifestanti di sindacati, associazioni e movimenti antirazzisti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS