Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sospese tutte le esecuzioni in Oklahoma sino a che "verrà ripristinata fiducia nel sistema".

La decisione è stata presa dello stesso governatore dello Stato, Mary Fallin, dopo le prove emerse sull'uso di un mix di farmaci sbagliati nella esecuzione del gennaio scorso di Charles Frederick Warner.

"È diventato evidente" dopo un rapporto reso noto la scorsa settimana - ha ammesso la Fallin - che in quel caso venne usato acetato di potassio e non cloruro di potassio come stabilito dal protocollo per le condanne a morte dell'Oklahoma.

Secondo i media Usa, un documento della prigione avrebbe invece erroneamente registrato l'uso del farmaco corretto. La droga sbagliata utilizzata - dicono gli esperti - ci mette molto di più nel bloccare il cuore: "Fino a che non recupereremo completa fiducia nel sistema, posporremo ogni esecuzione", ha dichiarato Fallin.

La corte penale dello Stato aveva già ordinato il blocco delle esecuzioni lo scorso 2 ottobre a causa del sospetto uso di farmaci sbagliati, proprio poche ore prima che il condannato Richard Glossip (per salvare il quale aveva scritto una lettera anche Papa Francesco) ricevesse l'iniezione. Ora il governatore ha concordato con la decisione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS