Navigation

Pena morte: Usa, studio, esecuzioni in calo, colpa prezzo veleno

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 dicembre 2010 - 09:59
(Keystone-ATS)

NEW YORK - Negli Stati Uniti è in calo il numero delle esecuzioni capitali, e questo è dovuto in parte all'elevato prezzo dei veleni usati nell'iniezione letale, che si fa sentire in tempo di crisi economica: è quanto conclude il rapporto annuale dell'Ong Death Penalty Information Center (Dpic).
Lo studio rileva che nel 2010 il numero delle esecuzioni è calato del 12% rispetto all'anno precedente, la percentuale più bassa da quando la pena capitale è stata reintrodotta negli Stati Uniti nel 1976.
"Che sia dovuto alla preoccupazione per l'alto costo della pena di morte in tempo di tagli di bilancio, al rischio di mettere a morte degli innocenti, alla sua ingiustizia o ad altre ragioni, nel 2010 la nazione ha continuato ad allontanarsi dalla pena capitale", ha detto Richard Dieter, direttore del centro e autore del rapporto.

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?

Notiziario
Non è stato possibile registrare l'abbonamento. Si prega di riprovare.
Hai quasi finito… Dobbiamo verificare il tuo indirizzo e-mail. Per completare la sottoscrizione, apri il link indicato nell'e-mail che ti è appena stata inviata.

Scoprite ogni settimana i nostri servizi più interessanti.

Iscrivitevi ora per ricevere gratuitamente i nostri migliori articoli nella vostra casella di posta elettronica.

La dichiarazione della SRG sulla protezione dei dati fornisce ulteriori informazioni sul trattamento dei dati.