Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BIENNE - Oltre una settimana di fuga, poi il felice esito della vicenda: Peter K., il sessantasettenne pensionato "dal grilletto facile" è stato acciuffato stamane poco dopo le 06.00 in un campo alla periferia di Bienne (BE), la sua città di residenza. Decisivo è stato l'intervento di un cane poliziotto, che si è avventato su di lui, facendolo cadere a terra e immobilizzandolo. Nessun spargimento di sangue: l'uomo, contrariamente alle segnalazioni diffuse nei giorni scorsi, non era armato.
L'operazione è scattata su segnalazione di una donna, che poco prima aveva avvistato il pensionato aggirarsi nei paraggi. Peter K., al momento dell'arresto, non era denutrito: era anzi in buone condizioni di salute. È stato morso dal cane ad una gamba, ma nulla di grave. Dopo una visita in ospedale è stato medicato e rinchiuso in prigione: dove non è stato precisato. Nei suoi confronti il giudice istruttore Peter Schmid ha promosso l'accusa di tentato omicidio intenzionale e messa in pericolo della vita altrui.
Ripercorrendo le tappe della cattura, il comandante della polizia cantonale bernese Stefan Blätter ha detto in una conferenza stampa che il ricercato, indicato da alcuni come uno squilibrato mentale, non ha opposto la benché minima resistenza. Ancora non si sa dove si sia rintanato durante la sua latitanza, né se abbia beneficiato dell'aiuto di un complice. Sembra comunque che si sia mosso in continuazione da un luogo all'altro.
Fine della storia, quindi, ma gli inquirenti e le autorità politiche, nei prossimi giorni, saranno tenuti a rispondere a tutta una serie di quesiti. Fonti giornalistiche hanno infatti sostenuto che l'uomo era nel mirino della giustizia da anni: il suo nome figurava nel sistema di ricerca persone RIPOL sin dal settembre del 2007. Altri media hanno svelato che il pensionato viveva sì a Bienne, ma a quanto pare non si era mai annunciato al locale ufficio controllo abitanti.
Nel quartiere dei Tigli è intanto tornata la calma: scuola e giardino di infanzia, chiusi per motivi di sicurezza, riapriranno i battenti lunedì.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS