Navigation

Pentagono, raid aerei contro milizie in Iraq e Siria

Per gli Usa si tratta della risposta a un attacco che ha ucciso venerdì un contractor statunitense in una base a Kirkuk (immagine simbolica). KEYSTONE/AP/BADERKHAN AHMAD sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 29 dicembre 2019 - 19:09
(Keystone-ATS)

Gli Stati Uniti hanno condotto raid aerei in Iraq e Siria contro miliziani filoiraniani ritenuti responsabili dell'attacco che ha ucciso venerdì un contractor statunitense in una base a Kirkuk. Lo afferma il Pentagono in una nota.

"In risposta ai ripetuti attacchi di Kata'ib Hezbollah (KH) alle basi irachene che ospitano le forze della coalizione dell'OIR Inherent Resolve - si legge nel comunicato - le forze statunitensi hanno condotto attacchi difensivi di precisione contro cinque strutture KH in Iraq e Siria che indeboliranno la capacità di KH di condurre in futuro attacchi contro le forze della coalizione" che si batte contro il sedicente Stato islamico (Isis).

Tra gli obiettivi colpiti, tre erano in Iraq e due in Siria, che includevano basi di comando e depositi di armi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.