Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le abbondanti piogge hanno causato inondazioni in varie parti del Paese

Keystone/EPA/GERMAN FALCON

(sda-ats)

Almeno 62 morti, 11 dispersi e 170 feriti: questo il bilancio provvisorio dell'ondata di maltempo che si abbatta da varie settimane sul Perù, partendo dalle zone costiere del Nord ma che ormai colpisce tutto il paese.

Jorge Chavez, responsabile del Centro operativo per emergenze (Coe) ha informato che sono più di 500mila le persone che hanno sofferto in qualche modo l'impatto delle inondazioni causate dalle forti piogge, che provocano a loro volta esondazioni di corsi d'acqua e colate di fango.

Il ministro dei trasporti, Martin Vizcarra, ha precisato che secondo le previsioni meteo "le piogge intense dureranno almeno altre due settimane, sicché dobbiamo essere preparati per l'emergenza almeno fino a fine marzo".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS