Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il governo peruviano ha ammesso che esistono "seri indizi" riguardo all'esistenza di uno squadrone della morte nella polizia nazionale, che sarebbe stato coinvolto in almeno 20 casi di esecuzioni extra-giudiziarie di presunti criminali.

Il sottosegretario agli Interni, Ruben Vargas, ha detto alla stampa che "a nostro avviso esistono seri indizi riguardo all'esistenza di un gruppo irregolare di ufficiali e sottoufficiali della polizia che, per ottenere vantaggi personali, hanno falsificato informazioni di intelligence, simulando scontri con presunti delinquenti e uccidendo una ventina di persone in almeno sei casi".

Vargas ha aggiunto che in base all'inchiesta svolta da una unità speciale creata dal governo per verificare una serie di denunce "abbiamo identificato un gruppo, al quale appartengono un ufficiale e almeno sette sottoufficiali che avrebbero partecipato in ognuno di questi episodi".

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS