Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le autorità peruviane hanno scoperto una fossa comune con i resti di circa 800 persone, in maggioranza indios delle etnie ashaninka e machiguenga, massacrate dal gruppo armato maoista Sendero Luminoso fra il 1984 e il 1990 nella provincia di Satipo, dipartimento di Junin, al centro del paese.

Grazie alle indicazioni di abitanti locali, esperti forensi della Procura peruviana hanno ritrovato la più grande fossa comune mai scoperta nel paese, dove i guerriglieri seppellivano gli abitanti della regione che "non volevano unirsi a loro o erano troppo malati per risultare utili", ha detto Carlos Angulo, della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in dichiarazioni al quotidiano El Comercio.

Angulo ha precisato che la fossa comune - in realtà, una grande trincera naturale costituitasi alla base di due montagne locali - era nota come Saigon, e non era mai stata menzionata nei lavori della Commissione di Verità e Riconciliazione, che nel 2003 ha presentato un voluminoso rapporto sulla violenza politica nel paese durante gli ultimi due decenni del secolo XX.

SDA-ATS