Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Per la prima volta rifiuti altamente radioattivi provenienti dall'impianto per la rigenerazione delle scorie nucleari di Sellafield, in Gran Bretagna, sono ritornati al deposito intermediario di Würenlingen (AG).

I tre vagoni-contenitori sono giunti ieri nel canton Argovia dopo un viaggio in camion, battello e treno, indicano oggi in una nota odierna i responsabili del deposito di Würenlingen.

A causa di violenti temporali in Francia che hanno provocato la caduta di alberi sui binari, il trasporto è stato temporaneamente bloccato, viene precisato nella nota. I vagoni-container sono quindi arrivati un giorno più tardi del previsto al deposito argoviese.

Dal 2001 le scorie radioattive vengono riportate in Svizzera dopo essere state ritrattate all'estero. Finora però i container provenivano unicamente dalla centrale di La Hague, in Francia. Ieri invece è stato effettuato il primo rientro dall'impianto di Sellafield.

I tre vagoni contenevano rifiuti altamente radioattivi prodotti dalla centrale nucleare di Gösgen (SO). Prima di essere immagazzinate in grandi container nel deposito intermedio di Würenlingen, le scorie devono essere ritrattate all'estero. Il trasporto e lo stoccaggio si svolgono sotto la vigilanza dell'Ispettorato federale della sicurezza nucleare (IFSN) e devono soddisfare criteri nazionali e internazionali.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS