Navigation

Pernottamenti paralberghieri stagnano nei primi nove mesi

Pernottamenti paralberghieri stagnano nei primi nove mesi (foto d'archivio) KEYSTONE/ANTHONY ANEX sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 13 gennaio 2020 - 10:40
(Keystone-ATS)

Nei primi nove mesi del 2019 il settore paralberghiero in Svizzera ha registrato 14,6 milioni di pernottamenti, lo 0,6% in meno rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

Lo ha comunicato oggi l'Ufficio federale di statistica (UST) precisando tuttavia che un incremento del 2,5% a 6,8 milioni è stato registrato nel terzo trimestre.

Dei 6,8 milioni - secondo i dati provvisori forniti dall'UST - circa 2,2 milioni di notti sono state trascorse in case di vacanza, la metà delle quali da ospiti svizzeri.

Sempre nel terzo trimestre del 2019 negli ostelli della gioventù sono stati registrati 2,2 milioni di pernottamenti di cui 1,8 milioni da parte di ospiti elvetici. A segnare il maggior numero di notti - 2,4 milioni - sono stati i campeggi: le prenotazioni da parte dei confederati sono state 1,6 milioni.

I dati definitivi dell'UST per l'intero anno 2019 verranno forniti in giugno.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.