Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Essere in sovrappeso quando si aspetta un bambino o prendere troppi chili durante la gravidanza possono condizionare la salute del bambino per un lungo periodo. Lo affermano i risultati preliminari del progetto europeo Dorian.

Lo studio è coordinato da Patricia Iozzo dell'Istituto di Fisiologia Clinica del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr) di Pisa, che si è appena concluso, i cui partecipanti chiedono nuove strategie per la prevenzione.

"Il progetto - spiega la ricercatrice - è iniziato tre anni fa e all'epoca non si era neanche sicuri che ci fosse un legame tra peso eccessivo materno e salute del bimbo. Stiamo preparando il report finale, ma possiamo anticipare qualche risultato". Uno degli studi, fatto su 90 mamme, ha dimostrato che il profilo metabolico, il peso e lo sviluppo cardiaco del bimbo sono influenzati dall'associazione di un eventuale sovrappeso prima del concepimento, dal peso guadagnato durante la gravidanza e dalla glicemia della mamma alla fine della gestazione, che di solito è simile a quella del bimbo alla nascita.

"Questo non deve allarmare inutilmente o colpevolizzare le donne - spiega l'esperta - ma anzi va visto in senso positivo, perché anche le donne in sovrappeso possono migliorare le proprie condizioni e quelle del bambino con l'attenzione al peso preso nei nove mesi".

Secondo un altro studio, che ha coinvolto 13 mila persone nate negli anni '30 e '40 reclutate dall'università di Helsinki, ha mostrato che i bimbi nati da mamme sovrappeso hanno una maggiore probabilità di avere problemi cardiaci, ictus o diabete tipo 2 per tutta la durata della vita. "Nel contesto della salute materna e infantile - conclude Iozzo - bisogna fare attenzione alla prevenzione dell'obesità tra le ragazze giovani, le "mamme di domani", e strategie mirate servono per prevenire che la donna aggiunga un eccesso di peso durante la gravidanza".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS