Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

MINSK - La Russia e la Bielorussia - paese chiave per il passaggio del greggio russo verso l'Europa - hanno nuovamente fallito il tentativo di trovare un accordo che regoli il conflitto esistente sul tema del petrolio, ma si sono dette pronte a proseguire i negoziati. Lo scrivono le agenzie russe citando un portavoce del governo di Minsk.
"Le delegazioni bielorusse e russe non sono ancora riuscite a trovare un compromesso e a firmare documenti sulle condizioni per la vendita del petrolio alla Bielorussia" ha dichiarato il portavoce del premier di Minsk, Alexandre Timoshenko, citato dalla Ria Novosti. Ciononostante, ha aggiunto, le due parti "si sono dette disponibili a proseguire i colloqui".
La Bielorussia, che guadagna dalla raffinazione e dalla rivendita all'estero del petrolio russo, si oppone alla decisione di Mosca di imporre a Minsk diritti doganali a partire dal primo gennaio.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS