Navigation

Più che raddoppiate le truppe a Hong Kong

Pechino vuole soffocare le proteste. KEYSTONE/EPA/FAZRY ISMAIL sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 30 settembre 2019 - 19:00
(Keystone-ATS)

La Cina ha più che raddoppiato le sue truppe a Hong Kong, portate dalle 3-5.000 unità precedenti l'inizio delle proteste pro-democrazia alle attuali 10-12.000.

Lo scrive la Reuters sul suo sito, citando alcuni diplomatici dell'ex colonia secondo cui a fine agosto, quella che Pechino presentò come "rotazione di routine" delle truppe fu invece un vero rafforzamento.

In prima linea sarebbe schierata la People's Armed Police (Pap), forze paramilitari anti-rivolte e di sicurezza interna che fanno capo al presidente Xi Jinping.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.