Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Durante la seconda settimana di settembre ci sono stati più tentativi di entrare illegalmente in Svizzera rispetto a quella precedente. Il Corpo delle guardie di confine (CGC) ha censito 1405 casi, di cui 1211 in Ticino.

Nella prima settimana erano rispettivamente 1164 e 1013 casi. Si tratta di tentativi di entrate e non di persone, perché a volte una persona ci prova più di una volta oppure i migranti tentano di traversare la frontiera in gruppo, precisa il CGC.

Secondo i dati provvisori forniti oggi, la maggior parte delle persone fermate, anche nella seconda settimana, proveniva da Guinea, Eritrea, Etiopia e Gambia.

Malgrado l'aumento, le cifre non sono comunque a livello dei record di luglio e agosto. Il mese scorso in Ticino sono state registrate 6376 entrate illegali, con un picco di oltre 2000 in una settimana.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS