Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La nuova Lista nera delle piante invasive per la Svizzera conta 41 nomi, contro 24 finora. La fondazione Info Flora, che l'ha pubblicata oggi, denuncia il fatto che parecchie di esse siano in vendita nei garden center. La loro espansione si deve anche alla sempre crescente mobilità di persone e merci, che inconsapevolmente si portano dietro semi.

Le specie problematiche possono diffondersi rapidamente. La nuova Lista nera annovera dunque per la prima volta anche specie la cui presenza in Svizzera non è ancora accertata, le quali però provocano già ingenti danni nei paesi limitrofi. Grazie a tale anticipazione dovrebbe essere possibile agire tempestivamente non appena queste specie approdano in Svizzera, indica un comunicato di Info Flora.

La fondazione chiede da anni che sia adattato l'assortimento dei negozi di giardinaggio e che le specie invasive siano almeno contrassegnate correttamente. "Bisogna evitare che l'impegno umano e finanziario oggi profuso nella lotta alle piante problematiche sia vanificato dall'imprudente piantumazione di tali specie", si legge nel comunicato.

Info Flora è una fondazione privata a scopo non lucrativo, attiva nell'ambito dell'informazione e della promozione delle piante selvatiche in Svizzera, si legge sul suo sito internet. Aggiorna l'atlante della flora (carte di distribuzione), pubblica la Lista nera e quella rossa delle specie minacciate. Tra i membri fondatori vi sono Pro Natura, la Società Botanica Svizzera (SBS) e l'Accademia svizzera di scienze naturali (sc-nat). In Ticino il recapito è il Museo cantonale di storia naturale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS