Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Almeno 21 persone, tra i quali anche un bambino di quattro anni, hanno perso la vita per le forti piogge abbattutesi la notte scorsa sull'area metropolitana di San Paolo. La zona più colpita è quella di Francisco Morato, con 11 vittime.

Quattro i morti a Mairiporà, due a Itapevi, due a Itagiba e una ciascuna a Guarulhos, dove ha sede l'aeroporto internazionale, e Cajamar. Lo hanno reso noto fonti dei vigili del fuoco. I dispersi, secondo la Difesa civile, sono almeno 14. Decine sono le persone salvate nelle loro case allagate dai soccorritori. Una bambina di 5 anni è stata estratta viva dalle macerie della sua casa investita da una frana ma i medici hanno dovuto amputarle un piede.

L'aeroporto internazionale di Guarulhos è rimasto chiuso per sei ore e numerosi voli sono stati cancellati, anche a seguito di un black out. Pesanti disagi anche al traffico automobilistico: molte strade sono state chiuse perchè allagate in seguito alla rottura degli argini in più punti dei fiumi Tietè e Pinheiro. Interrotta anche l'autostrada SP332, che collega San Paolo con le città dell'entroterra dove vivono migliaia di pendolari. Tre linee ferroviarie operano da ieri a velocità ridotta. Il vento ha abbattuto numerosi alberi e pali dell'energia elettrica: molte le zone ancora al buio. Il servizio meteorologico nazionale prevede nuove piogge nelle prossime ore su San Paolo e il governatore, Geraldo Alckmin, ha deciso di mantiene lo stato di allerta. Alckmin ha anche elogiato il lavoro dei vigili del fuoco e degli altri soccorritori.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS