Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Oscar Pistorius non deve rientrare in carcere e potrà attendere a casa l'udienza del 18 aprile prossimo in cui sarà riformulata la pena a suo carico per aver ucciso, la notte di San Valentino del 2013, la sua fidanzata. Ordinata la sua libertà su cauzione.

La scorsa settimana la Corte d'appello aveva ribaltato laprecedente condanna per omicidio colposo, per la quale 'BladeRunner' stava scontando 5 anni, dal 19 ottobre agli arrestidomiciliari:

Pistorius è stato riconosciuto colpevole diomicidio volontario, la cui pena minima è 15 anni.

Il giudice ha fissato una serie di condizioni per la sua libertà: l'ex atleta paralimpico dovrà attendere la data dell'udienza nella casa dello zio e potrà uscire ogni giorno, solo tra le 7 e mezzogiorno, muovendosi in un raggio di 20km dall'abitazione, sarà sottoposto a un controllo elettronico e dovrà comunque comunicare i suoi spostamenti. La cauzione è stata fissata in 10mila rand, 686 euro.Il suo team difensivo ha comunque preannunciato che presenterà appello alla coste costituzionale contro la sua condanna per omicidio volontario della fidanzata, la bella Reeva.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS