Tutte le notizie in breve

L'attività economica delle imprese private nell'Eurozona balza ai massimi di quasi sei anni, con buoni segnali per la creazione di posti di lavoro e l'inflazione.

E' quanto emerge dall'indice dei direttori degli acquisti (Pmi) di marzo, salito a 56,7 da 56 di febbraio smentendo le attese degli economisti per un calo a 55,8 e segnando i massimi dal luglio 2007.

Un andamento positivo sia per l'attività delle imprese industriali (56,2 da 55,4) e per il terziario (56,5 da 55,5), con entrambi gli indici ai massimi di 71 mesi e ben sopra il livello di 50 che separa la contrazione dell'attività dall'espansione.

"L'accelerazione della crescita verso la fine del trimestre, così come il miglioramento nella creazione di nuove imprese e il maggior appetito ad assumere suggeriscono che questa forte spinta alla crescita sarà sostenuta anche nel secondo trimestre"; dice Chris Williamson, capo economista di Ihs Markit che è l'istituto economico che cura il Pmi, uno degli indici anticipatori più seguiti globalmente.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve