Navigation

Poca concorrenza nel mercato delle lettere, PostReg

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 maggio 2012 - 10:02
(Keystone-ATS)

La concorrenza nel mercato delle lettere fatica a imporsi in Svizzera, malgrado la riduzione da 100 a 50 grammi del limite del monopolio della Posta in questo settore. È quanto emerge dal rapporto di attività 2011 di PostReg, l'autorità di regolazione postale.

Il gigante giallo - che detiene il 99% del mercato - continua a trarre profitto dal monopolio residuo dalla rete di uffici postali capillare e dagli effetti di importanti investimenti in ambito tecnologico, si legge in una nota. La situazione è leggermente migliore per quanto riguarda i pacchi, anche se resta debole se paragonata ad altri paesi.

Diversamente da quanto si osserva in Europa, aggiunge PostReg, il mercato delle lettere resta invece molto vivace in Svizzera e gli invii cartacei continuano ad essere apprezzati. La Posta ha infatti trattato 2,33 miliardi di missive nel 2011, registrando una diminuzione dell'1,3% rispetto all'anno precedente.

Ottimi risultati anche per quanto riguarda la puntualità delle spedizioni: il 97,5% delle lettere della posta A (2010: 97,2 %) e il 99,3% di quelle della posta B (2010: 98,5%) sono state recapitate entro i termini previsti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?