Navigation

Polanski contrattacca, vogliono fare di me un mostro

Il regista Roman Polanski. KEYSTONE/AP/JAREK PRASZKIEWICZ sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 11 dicembre 2019 - 16:21
(Keystone-ATS)

"Stanno cercando di trasformarmi in un mostro": lo dice il regista Roman Polanski, nella sua prima intervista dopo le accuse di stupro mosse a suo carico dalla fotografa francese Valentine Monnier.

"Questa storia è aberrante", prosegue Polanski, nell'intervista con richiamo in prima pagina realizzata dal settimanale Paris-Match, in edicola domani.

Come aveva già fatto attraverso il suo avvocato, l'ottantaseienne regista torna a "negare totalmente" le accuse della Monnier, secondo cui Polanski l'avrebbe violentata nel 1975, quando lei aveva appena 18 anni, nel suo chalet in Svizzera.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.