Navigation

Politecnico sviluppa micro elicottero autonomo

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 aprile 2012 - 19:28
(Keystone-ATS)

Un micro elicottero capace di orientarsi in cielo senza l'ausilio di un GPS e senza dover essere guidato da terra con un telecomando. È l'ultima "meraviglia" uscita dai laboratori del Politecnico federale di Zurigo, i cui scienziati hanno costruito un mini velivolo capace di trasformare in 3D, mediante un computer, le immagini trasmesse da tre microtelecamere montate sull'apparecchio.

Questo robot-elicottero - dal peso di 1,5 kg per un diametro di 50 centimetri - potrebbe venir utilizzato in operazioni di soccorso. Grazie alla taglia ridotta e al fatto di non dipendere da un sistema di orientamento satellitare - indica una nota odierna dell'ateneo -, l'elicottero può spostarsi in luoghi chiusi.

Altro vantaggio dell'assenza di un GPS: il calcolo della posizione è più preciso, sostengono i ricercatori. Il margine di errore col sistema di guida satellitare può infatti raggiungere i 70 metri a seconda del luogo in cui ci si trova, indica la nota, precisando che tale situazione impedirebbe a più micro elicotteri di volare contemporaneamente.

Questo robot è in fase di progetto, ma in futuro velivoli simili potrebbero essere utili in caso di operazioni di soccorso dopo catastrofi naturali e no, si legge nel comunicato.

L'apparecchio è stato concepito nell'ambito del progetto europeo "sFly". La tecnologia che permette di ottenere immagini a tre dimensioni è stata sviluppata dall'istituto Visual Computing del politecnico zurighese.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?