Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ricercatori del Politecnico federale di Zurigo (ETH) hanno sviluppato un nuovo tipo di otturazione dentaria che presenta molti vantaggi: consente di praticare buchi più piccoli per una piombatura e di effettuare tutta l'operazione in tempi nettamente più brevi.

Prima dell'utilizzo negli studi dentistici occorrono altri test e alcuni perfezionamenti, ma i ricercatori sono già in contatto con partner industriali interessati alla commercializzazione, scrive il l'ETH una nota odierna.

Attualmente i dentisti riempiono i buchi nei denti con uno stucco che viene indurito tramite l'esposizione a luce blu. Siccome questa frequenza non passa né attraverso i denti né attraverso l'amalgama, i dottori devono praticare fori relativamente ampi e inserire l'otturazione a piccoli strati.

La nuova composizione sviluppata a Zurigo si lascia invece indurire tramite l'uso di luce infrarossa di onda corta, che penetra denti e piombatura.

Nella pubblicazione "Dental Materials", il dottor Wendelin Stark, dell'Istituto di chimica e bioingegneria, spiega che al nuovo stucco per dentisti è stata aggiunta una sostanza la quale, sotto l'effetto dell'apposita frequenza infrarossa, inizia a diventare blu luminescente e a provocare il processo di indurimento dall'interno stesso del materiale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS